ECODOPPLER AORTA ADDOMINALE

ECODOPPLER AORTA ADDOMINALE

L’esame consente di valutare la presenza di eventuali aneurismi dell’aorta addominale (dilatazione aortica) che sono asintomatici ovvero non danno dolore; si può valutare presenza di materiale trombotico che spesso diviene causa di patologia trombotica a distanza; e vista la capacità ultrasonografica degli apparecchi di ultima generazione, si può valutare la presenta di piccole placche o di placche importanti che determinano stenosi significative.

Le emergenze visualizzate consentono anche di studiare eventuali stenosi delle arterie renali (causa di ipertensione arteriosa secondaria) ed inoltre consentono di valutare anche la flussimetria renale.

È possibile persino vedere la parete più interna delle arterie, la cosiddetta intima, e valutare se questa sia o meno frammentata.

L’ecodoppler dell’aorta addominale va fatto in tutti casi in cui vi sia una pulsazione addominale, in casi di trombosi, in caso in cui vi sia un dolore bilaterale alle gambe sotto sforzo, in tutti i pazienti diabetici, ed in caso di patologia ostruttiva degli arti inferiori. Infine nei pazienti affetti da affetti da Morbo di Burger, e quindi nei forti fumatori.

L’ecodoppler delle arterie renali viene richiesto in pazienti giovani affetti da ipertensione arteriosa o in caso in cui l’ipertensione arteriosa è refrattaria alla terapia farmacologica ovvero in quei casi dove l’aumento pressorio non risponde alla terapia farmacologica.

I commenti sono chiusi